Stendino Guys: La mia Antenna da Viaggio leggera e pratica

Un saluto a tutti gli appassionati!
Stendino Guys è un sistema di antenna per uso portatile, ispirata alla semplicità e alla praticità di utilizzare uno stendibiancheria da viaggio.

Il nome deriva dal fatto che utilizzo appunto degli stendini da viaggio con l’aggiunta di “guys” per riprendere un pò la “QRP Guys”.

Tutto è partito da una conversazione con Douglas, il suo callsign è “Dark Forest 61”. Non ci è voluto molto per iniziare a sperimentare quell’idea per me geniale. Prima usavo cavi elettrici già tagliati e “tarati” in giardino, in diverse situazioni la “taratura” di base non era perfetta, dovuta al luogo dove mi trovavo e il tipo di setup dell’antenna. Quel sistema non mi permetteva di regolare il radiatore per cercare una sintonizzazione migliore delle bande.

Questo dispositivo non è solo un modo per mantenere ordinato il filo dell’antenna, ma rappresenta anche un metodo efficace per sintonizzare le bande radio senza l’uso di accordatori esterni.

Dopo aver progettato un dipolo utilizzando due stendini da viaggio, uno per ciascun braccio dell’antenna, mi sono messo all’opera per costruire delle End Fed.

Per il dipolo, durante la taratura delle bande, ho contrassegnato le frequenze con del nastro adesivo colorato, sostituendo successivamente il nastro con guaina termorestringente per una maggiore durata nel tempo.

Sono riuscito a sintonizzare il dipolo su una vasta gamma di bande, tra cui 40/30/20/15/17/12/10 e 6 metri.

La regolazione della banda è semplice: basta regolare la lunghezza dei due bracci del dipolo e utilizzare il lettore SWR della radio per ottenere una sintonizzazione perfetta. Ogni braccio del dipolo contiene 10 metri di radiatore, mentre il centro è costituito da un balun 1:1 montato su un tagliere da cucina.

Le corde dello stendibiancheria sono state riutilizzate per ancorare i bracci del dipolo a terra mediante picchetti di plastica per campeggio, mentre su ogni banda sono stati inseriti clip per mantenere i bracci del dipolo saldamente ancorati.

Inoltre, ho creato diverse antenne “End Fed”, tra cui una versione leggera utilizzando cavo AWG26 e un UnUn 49:1 ricavato da un Balun 1:1.
Il sistema offre una rapida e precisa possibilità di cambio banda, consentendo una perfetta sintonizzazione delle frequenze in diverse condizioni e posizioni.
Oltre all’antenna, il kit include una canna da pesca in fibra di vetro da 6 metri per installazioni a V invertita, una radio Red Corner, cuffie, un microfono autocostruito, e cavi coassiali RG 316 con connettore BNC.
Anche il cavo coassiale è inserito in modo sicuro in uno stendibiancheria da viaggio. Ho applicato un RF Choke prima della radio direttamente sul coassiale utilizzando una ferrtite FT 140/43 (5+5 spire).

Grazie a questo sistema compatto e pratico, posso godere della mia passione per le comunicazioni radio ovunque mi trovi, senza compromessi sulla qualità delle comunicazioni.

Nel mio canale Youtube trovate i video delle prove e della costruzione di queste antenne.La realizzazione è molto facile, ma se avete bisogno di aiuto non avete che da chiedere.
Seguiranno altri test di paragone tra antenne filari “Stendino Guys”!
https://www.youtube.com/channel/UC7-jhNzfl0EOIWLeSEfgWNg
73 de Emilio e buon QRP!

3 Mi Piace

Bellissimo progetto.

Quanto metri di coassiale ci hai messo dentro lo stendibiancheria?

1 Mi Piace

Grazie! 8 metri di RG 316 e c’è ancora un pò di spazio, forse anche 10 metri ci stanno dentro lo stendino

1 Mi Piace

Visto che sono a chiedere, un cavo come quello si può anche saldare o va solo crimpato? Non ho mai fatto un cavo così sottile

Io finora ho visto solo connettore a crimpare per RG316

Cerca cerca ne ho trovato uno a saldare. Non volevo spendere anche i soldi per la pinza.

Vediamo un po’ quando arriva come sono

io il cavo l’ho preso già con i connettori, a prima vista non credo si riesca a saldare, ma mi mi dato uno spunto per provare, ti aggiornerò

perfetto, aggiornami che ci voglio provare anche io, grazie

1 Mi Piace