RTTY in contest - programmi QARtest e MMTTY

apro questa discussione allo scopo di scambiarci idee e conoscenze in vista del Contest Italiano 40/80 metri di Dicembre, al quale come Club parteciperemo come Evento Ufficiale, quindi anche da casa, volendo, ma sempre e solo in QRP.

Abbiamo ancora tempo davanti ed è bene farci un po’ di esperienza.

Per chi non ha mai lavorato in RTTY riporto quanto suggerito nell’altra discussione, cioè un documento base utilizzato anche da altri colleghi nei loro siti web giusto per gettare le basi operative:

Per renderlo maggiormente noto e fruibile per più colleghi che potrebbero esserne interessati, lo si può trovare in più alta definizione anche nella Sezione “Biblioteca Tecnica” del nostro sito:
www.mountainqrp.it/wp/rtty-per-chi-comincia/

Oggi, sabato, c’è lo JARTS il Contest Giapponese RTTY, quindi accendo il PC e vedo come stanno andando le cose e se quindi se mi ricordo come operare. L’RTTY è ben più tosto dell’ SSB, specie dal punto di vista operativo.
Lancio il QARtest scegliendo un settaggio fra i vari disponibili che mi permetta di fare un po’ di ascolto e che possa gestire nominativi esteri. Lancio MMTTY che è il motore interno al programma per gestire l’RTTY.
Io, a distanza di un anno non mi ricordo bene come comportarmi o, meglio, verificare se sono ancora all’altezza di gestire correttamente tutte quelle attività al PC per evitare di fare delle brutte figure e per non far perdere tempo ai corrispondenti.

In 40 metri c’è propagazione lunga: di italiani si leggono solo poche stazioni e tutte oltre i 500 Km di distanza e assai basse di livello. Speriamo bene per il 40/80. ci sono ancora due mesi davanti e, chissà, la situazione in 40 metri potrebbe anche migliorare.

Passo i 20 metri e c’è molta attività: per ora sto solo in ricezione, per raccapezzarmici un po’.
L’Europa arriva in maniera strepitosa ma anche il Giappone non è da meno. Con l’X-Phase escluso un JE6 arriva S8.
Gli americani un po’ più bassi, ma sempre perfettamente decodificabili ed il loro call è automaticamente evidenziato in chiaro, con un bel colore blu e trasferito nel log, in attesa del collegamento…

Rispetto allo scorso anno l’X-Phase mi offre una decodifica molto più pulita, con l’S-Meter basso di livello, ma intanto in RTTY il livello non è vitale.

L’importante è che l’MMTTY, il programma di decodifica, non venga inutilmente sovraffaticato dal noise.

Mi rendo conto che non riesco a leggere le diciture dei suoi “bottoni” di comando. Cerco l’AFC e non ricodo quale di essi sia.
Per prima cosa mi preparo un immagine da richiamare dal PC, perché quelle che vedo sono troppo piccole e confuse.
Questa immagine, disposta in un area dello schermo vuota mi servirà poi per non perdere tempo inutile.

Per ora mi fermo qui, perché non so nemmeno se a voi interessi gran che partecipare a questa mia iniziativa.

image

nell’immagine precedente si può notare che la frequenza di mark non è la standard 2125 hz.
Premetto che io lavoro in AFSK e quindi i toni, mark e space vengono generati dal software mantendo fra loro sempre una distanza di 170 Hz.
Per il corrispondente che userà quasi certamente la configurazione standard sposterà la sintonia dell’apparato rendendo più acuta la nota dei due segnali in modo che essi corrispondano esattamente nelle due guglie dei filtri software che li selezioneranno con precisione
Perché preferisco usare il mark intorno ai 1000 Hz ? Perché il suono che odo in cuffia mentre faccio l’avvicinamento con la sintonia, salvo poi centrarlo con le due waterfall e la “croce di Lissajoux”, è molto più gradevole al mio orecchio.
I bottoni di “NET” e AFC" sono in ON: il primo “NET” perché in trasmissione l’apparato menterrà la stessa frequenza della ricezione, ed il secondo “AFC”

Autiomatic Frequency Control mi aiuterà nell’auto-sintonia fine.


dopo l’esperienza nel Contest Italiano 40/80 metri dello scorso weekend. ribadisco che lo scoglio forse più arduo da superare è quello di avere la padronanza operativa del programma QARtest , non dell’ MMTTY che è il suo motore per l’ RTTY.
Questo è il link per scaricare l’indispensabile Manuale d’uso del QARtest
www.ik3qar.it/software/qartest_ita/download/

Qualche incertezza operativa nel corso della gara compromette seriamente i risultati ottenibili, perché non è possibile utilizzare quel programma con la dovuta padronanza se lo si utilizza solo una volta l’anno.
Per il resto tutto bene, oltre 100 QSO in 80 metri.


può sembrare OT questa mia proposta, ma leggetevi questo Editoriale scritto da Gabriele Villa I2VGW Vice Presidente dell’ARI, su RadioRivista di Gennaio 2020. Chi non fosse Socio ARI lo puè leggere online questo sfogo, sì, perché di sfogo si tratta.
http://www.ari.it/index.php?option=com_con…bacheca&lang=it


esperienza vissuta durante il Contest delle Sezioni ARI HF di Giugno 2021
Scambio di email fra me e Paolo IK3AR, autore del QARtest:

CITAZIONE

Paolo buongiorno,
ieri, come altre volte, mi sono perso dei QSO in RTTY in quanto la finestra in oggetto continuava ad aggiornarsi con nuove righe e caratteri dovuti al noise, impedendomi di poter tornare a leggere la Sezione che
in corrispondente mi aveva passato e che non era stata importata correttamente nel relativo campo.

La barra laterale mi portava verso l’alto ma solo per alcuni istanti per poi tornare all’ultima riga, impedendomi di leggere.

Come si può fare a “congelarla”, evitando che possa continuare ad autoaggiornarsi ???
Grazie,
Roberto IK0BDO

image

Paolo ha prontamente risposto così:

CITAZIONE

Ciao Roberto,
non è possibile congelare la finestra, ma hai un paio di possibilità per evitare il problema:

  • imposta un livello di squelch su MMTTY molto alto, circa al 90%. In questo modo riceverai solo il traffico desiderato, e non il noise tradotto in caratteri.
    Dallo screenshot ho la netta impressione che tu non abbia inserito lo squelch per niente o lo abbia impostato ad una soglia troppo bassa.

  • in caso anche questo non servisse (ne dubito) puoi aumentare l’altezza della finestra, fino a vedere 50-70 righe di testo.

Lo squelch era al minimo e disinserito.
Devi attivarlo (bottone SQ subito sopra alla barra verde) e metterlo all’80-90%.

Prova e fammi sapere.

73 Paolo QAR

In effetti entrambi i suggerimenti trovavano riscontro nelle mie condizioni operative: io avevo infatti parzialmente risolto aumentando l’altezza della finestra di dialogo RTTY.

se state approcciando questa modalità e non trovate stazioni RTTY attive in banda potete provare a decodificare questo suono.
Trovate voi il modo di emulare il ricevitore dell’apparato tramite il vostro PC che “canta”.

https://upload.wikimedia.org/wikipedia/com…gg/RTTY.ogg.mp3

Ecco lo screenshot catturato al volo tramite MMTTY installato nel mio PC mentre Wikipedia ci offre il suono.

Prima che io mi metta a scrivere un articolo sull’argomento “RTTY in portatile con l’FT817” sarà bene che io attenda …
Fino ad ora sembra che poi l’argomento esposto nella mia relazione non è che interessi gran che …
Ditemi se interessa, almeno a qualcuno di voi …

www.mountainqrp.it/wp/

Intervento di IU1JDH Francesco

L’argomento dovrebbe essere molto interessante per noi QRP-isti. Infatti dopo la tua attività e avendo letto l’articolo su Geko, ho iniziato ad assemblare un circuito che mi permettesse di combinare l’FT817 ad una applicazione Android, di cui allego una foto.

image

L’attuale circuito ha un’impedenza d’uscita tale per cui il cellulare pensa che io stia premendo il tasto degli auricolari per ridurre il volume…spero che riuscirò a trovare una quadra a breve (e quindi a condividere la soluzione).

Francesco, grazie per il tuo intervento e non appena tu lo ritieni opportuno possiamo, se vuoi, provare a fare QSO fra noi in 40 metri.


se a qualcuno interessasse, si potrebbe organizzare tramite sked sulla nostra MQC Chat Telegram una rountable in 40 metri per prove di collegamento https://www.mountainqrp.it/report/wp/repos…c9fae0/RTTY.pdf


in questo momento è in corso il WPX RTTY contest e molto è riportato nell’altra Sezione del Forum

Ora mi interessa invece riportare la mia esperienza riguardo all’HW.
Spesso mi rendo conto quanto sia assai più semplice da parte del mio corrispondente ricevere i miei segnali, sebbene in QRP, rispetto alle mie difficoltà a ricevere lui, ed il problema dipende solo dall’apparato che usiamo, ed in particolare la sua larghezza di banda (selettività di media frequenza).

Il mio apparato a 2,2kHz (+/- 1,1 kHz) ha -20 dB agli estremi.

nel WPX, come ora, in 2,2 kHz ci possono stare anche 4-5 stazioni.
il SW (MMTTY) non ha nessun problema a decodificarli, ma invece è il ricevitore ad andare in crisi.
L’S-Meter può essere molto oltre l’S9, il che vuol dire che se noi avevamo centrato un corrispondente per il massimo segnale a centro banda, in assenza di contemporanee presenze affiancate, se arriva una stazione molto QRO a fianco, il segnale del mio corrispondente sparisce per via del CAG che desinsibilizza il ricevitore.

Ben diverso sarebbe se si potesse avere un RTX con regolazione di larghezza di banda IF regolabile, magari a 500 Hz (+/- 250).
I corrispondenti adiacenti non influenzerebbero gran che la ricezione (CAG) ed il mio corrispondente sarebbe da me ricevuto senza problemi.
Ma questo dipende dalla fortuna di possedere un RTX adeguato…

utilissimo articolo di IU2HEE su QARtest (la “bestia nera SW”) nella nuova Sezione del sito MQC

Tenetelo ben presente, è una sorta di Bibbia da rivisitare ogni tanto

www.mountainqrp.it/wp/qartest-contest-qrp/


qualcosa di ancora più evoluto: un’ora e mezza di video che entra nei dettagli dell’ MMTTY, questo sconosciuto ! www.youtube.com/watch?v=DXuMYV_WR2E

Il problema che si incontra per chi vuol “farsi le spalle” cioè cercare di evitare di fare delle figure barbine affacciandosi ad un contest RTTY senza aver preso dimestichezza con il programma è che le porzioni di banda riservate all’RTYY sono solitamente deserte, al contrario di quando sono presenti Contest come il 40/80 metri, il WPX o il Volta.

Qui ci potrebbe essere un simulatore che io ho iniziato ad analizzare ma che trovo particolarmente TOSTO ! Adatto quindi solo per chi davvero ha la voglia e la capacità di studiare.

www.rttycontesting.com/tutorials/contest-super-simulator/

Spaventati ? Certamente, allora proviamo ad iniziare da qui www.rttycontesting.com/rtty/page-4/

Questo sito è davvero una mano santa … www.rttycontesting.com/


qui o in altre discussioni sempre riguardanti l’RTTY avevo segnalato quanto sia scarsa la presenza di stazioni RTTY in aria, a parte durante i contest dove non si riesce a trovare una fettina di banda dove operare.
In questi periodi di “magra” si può provare a farsi ricevere da qualcuna delle stazioni automatiche preposte ad ascoltare la gamma e presenti su pskreporter Display Reception Reports

La mappa che vi mostro è un esempio di quanto memorizzato al momento nel periodo di tempo delle passate 12 ore. Pochine, vero ?
Ma considerato che la mappa si aggiorna ogni cinque minuti e anche se nessuno risponde ai vostri CQ può darsi che la mappa vi mostri che siete stati ricevuti in Svezia. Basta giocarci un po’ e ricordarsi che questa possibilità esiste.