DYC8X7 - FT817 una difficile diagnosi

Originally published at: https://www.mountainqrp.it/wp/dyc8x7-ft817-una-difficile-diagnosi/

Una modifica al mio compressore DYC 8X7

(indispensabile, ma solo al mio)

Allora vi chiederete la ragione di questo articolo. Lo capirete a breve leggendolo perché riporta una lunga e sofferta diagnostica proseguita nel corso del tempo.

Il DYC 8X7 è davvero un utilissimo accessorio perché incrementa incredibilmente la potenza media emessa dal nostro FT817 al punto di ottenere QSO altrimenti impossibili senza di esso.

Il mio compressore che assemblai mediante il suo kit ha funzionato perfettamente per diversi anni fino ad un giorno quando notai che, malgrado azionassi il PTT, l’apparato non andava in trasmissione. Rimossi il compressore e collegai il connettore del microfono direttamente all’apparato e tutto funzionò.

Ovviamente me la presi con il compressore: lo aprii e rifeci le saldature fra i connettori RJ45 e il circuito stampato.

Richiusi il tutto e provai, tutto OK ….

Qualche settimana e di nuovo niente PTT !

Stavolta aggiunsi due conduttori in parallelo alle piste, quella di GND e quella di PTT (linee 2 e 3).

Inutile dire che tutto funzionò a dovere ma solo per breve tempo …

Me la presi stavolta con il cavetto fra compressore e 817. Ne ordinai uno, da Amazon, lungo un metro, e quando arrivò lo provai immediatamente subendo una delusione cocente, il PTT non andava.

Avevo fatto di tutto, prove ohmetriche, inutili sostituzioni senza riuscire a tirare fuori il ragno dal buco, tant’è che da un po’ di tempo non lo utilizzavo più.

Ieri ho fatto un’ennesima diagnostica ohmetrica con un tester analogico, quindi con pila interna.

Ho notato che con i puntali fra PTT e GND veniva rilevata una certa resistenza ohmica dell’ordine delle centinaia di ohm, certamente determinate dalla circuteria dell’817, stranamente l’817 passava in trasmissione al contatto dei terminali dello strumento mentre poi pigiando il PTT e l’ohmetro andava a fondo scala, segno che tutto all’interno del compressore tutto era perfettamente connesso … al contempo l’817 passava in ricezione !

Passava subito in ricezione con il PTT azionato. !!!

La novità era che io stavo dando tramite i puntali dell’ohmetro una tensione negativa alla linea PTT d’ingresso dell’817.

Quindi c’era (anzi c’è) qualcosa che non andava nell’817 e la cosa spiegava anche il fatto che l’817 mentre con il solo microfono originale passava in trasmissione regolarmente tramite PTT, interponendo il compressore le cose non andavano.

Ho misurato questa volta con un analizzatore digitale una eventuale resistenza aggiunta dal compressore sul circuito interessato ed in effetti c’era, poca ma c’era.

Ne consegue che sulla linea PTT, determinata dalla seppur minima corrente che il circuito interno dell’817 fa scorrere, non avremmo avuto una tensione zero a PTT pigiato, bensì minimamente positiva.

Senza entrare nel merito dell’817, certamente con un problema e tanto meno pensare di mandarlo a riparare, sono intervenuto sul compressore facendo in modo che azionando il PTT il compressore inviasse una tensione negativa all’817.

Ho tagliato quindi la linea che collega i due pin “3” dei due RJ45 ed inserito fra loro una pila da 1,5 volt .

Ovviamente ora tutto andava bene e stavolta forse avevo risolto, almeno lo spero !

Cosa vuol dire l’arte di arrangiarsi ….

A cosa può servire questa mia esperienza ? Condividere con gli altri un approccio diagnostico su un guasto non facile da individuare e risolvere, con una soluzione finale certamente poco ortodossa ma sicuramente risolutiva.

Buona attività,

Roberto IK0BDO

1 Mi Piace

Fantastica indagine!
Well done Roberto!

per chi l’avesse già letto, ho aggiunto poco fa un Post Scriptum

Roberto, da te c’è sempre da imparare!

Ma non sapevo manco che esistesse un compressore… ma cosa serve ? Amplifica la voce in uscita ?
Però se uno urla nel microfono è la stessa cosa giusto ?
Scusate l’ignoranza …

No no, non è un amplificatore. Cerco di spiegare in modo “colloquiale” magari senza molta precisione.
Quando moduli un segnale come la voce in SSB sfrutti molto poco la potenza di uscita dell’apparato, la nostra voce ha delle tonalità ed una “forza” a tratti bassa ed a tratti alta. In alcuni istanti si può arrivare a modulare l’intero segnale e quindi ad uscire con tutta la potenza, ma sono degli istanti.
Per non parlare poi di come teniamo il microfono; appoggiato alla bocca, un po’ più lontano ecc e del “volume” con cui ci parliamo, non costante.

Il Compressore risolve in parte questi problemi, raggiunta una soglia minima di innesco aumenta i segnali “deboli”, la nostra voce trasmessa sarà un po’ meno fedele ma in compenso sarà “più forte” perchè siamo andati a sfruttare più potenza in uscita.

La differenza è minima o nulla per segnali forti, fa la differenza per segnali deboli o al limite del rumore.

Se hai un apparato senza compressore, come l’FT817 ti consiglio questo: Buy Speech Compressor for FT-817, 818 | Ham Radio Accessories | Amateur Radio Equipment che è lo stesso compressore che usiamo in molti.

Grazie mille per l’esauriente spiegazione !
Non conoscevo questi tipi di apparecchi ma credo sia molto utile averlo e poi consuma molto poca corrente :wink:
Ho visto sul sito ma dice che è out of stock. Una domanda: te lo danno già assemblato oppure te lo devi saldare da te ?
Grazie
Ciao
Raffaele

e è io me lo assemblai (gli SMD sono già montati in basetta) … oggi non saprei dirti. Uno di noi lo ha acquistato da poco, spero che legga questo Forum, anche perché non ricordo chi fosse. Mi chiese il mio parere a riguardo e io risposi in modo positivo. Ricordo che ne è rimasto più che soddisfatto.

Penso che l’ultimo ad averlo acquistato sono io.

Ci sono 4 componenti da saldare:

  • I due connettori per il cavo del microfono
  • Due trimmer di regolazione.

Lavoro da 5 minuti, poi funziona.

Eventualmente lo vende anche sotabeams (stesso dispositivo). Non ho idea se sia disponibile.

scusa Simone, ma certamente saprai che la cosiddetta “memoria a breve” nell’anziano è piuttosto corta …
Comunque l’errore che feci io nel saldare i connettori RJ45 fu che non ravvivai le piste sullo stampato al momento della saldatura, con tutte le tribolazioni che ne conseguirono poi (articolo)…

Questo può andar bene lo stesso ? Dovrebbe essere quello di Roberto se ho capito bene.

Costa anche meno. Con le spese di spedizione sono 50 euro

Si è lo stesso ed è l’originale sviluppato dall’OM tedesco … vai tranquillo

è proprio dove l’ho preso io

Ho fatto tutto l’iter di acquisto ma alla fine… non mi hanno fatto pagare e non mi è arrivata manco una email…boh

A memoria ho pagato tramite bonifico bancario. Penso ti invieranno qualche comunicazione Lunedì.